1925

OUR STORY

Edoardo Fendi e Adele Casagrande aprono un piccolo negozio che vende articoli di pelletteria e valigeria, con annesso un laboratorio di pellicceria. Durante un soggiorno a Firenze Adele aveva appreso le tecniche di lavorazione artigianale della pelle. Il negozio è situato in Via del Plebiscito, in posizione strategica, in un affollato punto di passaggio per la nobiltà romana nelle sue eleganti carrozze.

1933

OUR STORY

Fendi lancia la Pergamena. Nasce così il colore giallo identificativo della maison, che diverrà una delle sue espressioni distintive. Declinato in raffinate texture e coerente con le radici culturali della maison, la pergamena è un elemento ricorrente sia nelle borse che nella valigeria.

1938

OUR STORY

Adele e Edoardo Fendi presentano una collezione completa di borse Selleria, caratterizzata da tecniche di lavorazione artigianali prese in prestito ai mastri sellai. Le borse sono realizzate in Cuoio Romano, una morbida pelle di vitello a grana, molto resistente, che viene puntellata prima di poter essere cucita. Modello di punta é la Doctor's Bag, che verrà in seguito reinterpretata e attualizzata.

1946

OUR STORY

La Seconda Guerra mondiale è finita. Le cinque figlie di Edoardo e Adele - Paola, Anna, Franca, Carla e Alda - entrano nell'azienda di famiglia in un'epoca, il secondo dopoguerra, in cui le donne lavoratrici erano una vera rarità. Il contributo e l'energia delle cinque sorelle Fendi dà slancio alle collezioni, grazie all'estro creativo e ad una visione lungimirante. Più tardi Karl Lagerfeld le definirà le "cinque dita di una mano". Il cinque diviene il numero fortunato di Fendi.

1965

OUR STORY

Le cinque sorelle Fendi sentono la necessità di innovare e aprire nuove strade. Decidono così di affidarsi ad uno stilista emergente. Grazie all'acume del Conte Franco Savorelli di Lauriano, amico di lunga data e maestro nelle pubbliche relazioni, Fendi avvia la collaborazione con Karl Lagerfeld, che si rivelerà la più solida e duratura nella storia della moda. E' amore a prima vista. Lagerfeld inizia a lavorare sulle pellicce, che taglia, strappa, tinge e modella. Il suo obiettivo è rivoluzionare il concetto di pelliccia dando vita a capi leggeri da indossare ogni giorno con disinvoltura.

1967

OUR STORY

Karl Lagerfeld conia il termine "Fun Fur", che più tardi si trasformerà nel celebre logo della doppia F, emblema della maison riconosciuto in tutto il mondo.

1968

OUR STORY

Fendi raggiunge successo internazionale. Le sue creazioni catturano l'attenzione dei più importanti importanti buyer statunitensi, fra i quali Marvin Traub, presidente di Bloomingdales, che decide di acquistare l'intera collezione e dedicare tutte le vetrine sulla 5th Avenue alla maison romana. Nello stesso anno Fendi apre la boutique in Via Borgognona a Roma.

1972-76

OUR STORY

Le operose e lungimiranti sorelle Fendi continuano a stupire l'industria della moda grazie al loro istinto per gli affari e alla loro passione per la creatività e la sperimentazione, che le portano ad espandere considerevolmente la loro attività e a viaggiare in tutto il mondo per affascinare i più importanti buyer internazionali promuovendo personalmente le collezioni.

1977

OUR STORY

Fendi presenta la sua prima collezione di prêt-à-porter in modo innovativo con il cortometraggio "Histoire d'Eau", considerato il primo "fashion film" nella storia della moda, restaurato di recente dalla maison. Della durata di 18 minuti, diretto da Jacques de Bascher, il film racconta di una giovane donna in vacanza a Roma mentre i suoi genitori la credono in una spa a Baden Baden. Vestita in abiti Fendi, la ragazza s'immerge nelle fontane della città, raccogliendone l'acqua in fiale di vetro.

1983

OUR STORY

Nasce il Pequin, un motivo a strisce verticali marroni e giallo ocra che diviene uno dei temi iconici e ricorrenti della maison. Fendi apre il primo monomarca in Asia, ad Hong Kong.

1985

OUR STORY

Fendi celebra due traguardi importanti: 60 anni di attività e 20 anni di collaborazione con Karl Lagerfeld. La Galleria Nazionale di Arte Moderna di Roma organizza "Un Percorso di Lavoro", mostra che ripercorre l'ascesa verso il successo del marchio e racconta il visionario percorso creativo di Karl Lagerfeld. Fendi lancia la sua prima fragranza. Per la prima volta nella storia i grandi magazzini Harrods di Londra dedicano tutte e 26 le vetrine ad un unico brand.

1987

OUR STORY

history.year.1987

1988

OUR STORY

Fendi esplora l'universo degli orologi di lusso lanciando una collezione sotto la direzione creativa di Silvia Venturini Fendi. Realizzati in Svizzera, gli orologi Fendi combinano lo stile visionario del marchio e l'esperienza orologiera svizzera, concentrandosi in particolare sui materiali pregiati e su una ricca palette di colori.

1990

OUR STORY

A Milano viene presentata la prima collezione Fendi Uomo.

1994

OUR STORY

Silvia Venturini Fendi, figlia di Anna Fendi, entra nell'azienda come direttore creativo della linea borse e accessori. Incoraggiata da Karl Lagerfeld, Silvia Venturini Fendi fa immediatamente parlare di sé con il restyling della Doctor's Bag e con una nuova edizione dell'apprezzatissima linea Selleria.

1997

OUR STORY

Silvia Venturini Fendi crea la Baguette, la borsa di culto che dà vita al fenomeno delle IT Bag. Una forma semplice, declinata in una miriade di variazioni nei colori, nei materiali e nelle decorazioni. Un successo straordinario che fa da contrappunto alla moda del nero minimal che spopola negli anni '90.

2001

OUR STORY

LVMH, il più importante gruppo al mondo nella moda e nel lusso, diviene l'azionista di maggioranza di Fendi e progetta immediatamente la futura crescita dell'azienda e la sua ulteriore espansione internazionale. Il numero di boutique Fendi nel mondo passerà in 10 anni da 2 a 196.

2005

OUR STORY

Michael Burke viene nominato amministratore delegato. Fra le sue importanti iniziative c'è l'inaugurazione di Palazzo Fendi, la nuova boutique nel cuore di Roma disegnata da Peter Marino che diventa il tempio del brand. Il progetto è un mix di elementi moderni, come i pavimenti in plexiglass, mescolati con ornamenti del XVIII secolo al Piano Nobile. Palazzo Fendi diventa anche un logo, utilizzato principalmente per le collezioni di gioielleria.

2007

OUR STORY

Il brand italiano eleva il lusso a nuove vette con la straordinaria sfilata-evento sulla Grande Muraglia cinese. È la prima volta in assoluto che una maison di moda sfila nel luogo simbolo della Cina, nuova frontiera per i brand del lusso. L'evento, la cui preparazione è durata un anno intero, è incentrato sul numero 8, considerato propizio in Cina. 88 modelle sfilano su una passerella lunga 88 metri. L'evento passa alla storia come "la prima sfilata visibile dalla luna."

2009

OUR STORY

Silvia Venturini Fendi disegna la Peekaboo, nuova borsa-icona che diviene immediatamente un best-seller mondiale, nonché uno degli accessori preferiti dalle star di tutto il mondo.

2012

OUR STORY

Pietro Beccari viene nominato amministratore delegato. Fendi festeggia i 15 anni della Baguette con una serie di iniziative: pop-up store dedicati nelle più importanti boutique del mondo, un libro pubblicato da Rizzoli e le riedizioni di 6 delle sue versioni di maggiore successo. La Baguettemania non smette di contagiare il pubblico.

2013

OUR STORY

Viene annunciato il progetto Fendi for Fountains, un'iniziativa di mecenatismo culturale che rafforza il legame di Fendi con la città eterna attraverso il restauro delle fontane più belle della città, a partire dalla Fontana di Trevi per proseguire con il complesso delle “Quattro Fontane”. L'iniziativa è un tributo a Roma, inesauribile fonte d'ispirazione per Fendi. Un omaggio all'arte e alla cultura italiana, alla bellezza e all'artigianalità, valori essenziali della maison.

Continuando la navigazione acconsenti all'installazione di cookie che ci permettono di fornirti servizi legati ai tuoi interessi e di ricavare statistiche.
Puoi gestire le opzioni e le preferenze relative ai cookie cliccando qui.